Chi sono


” Un essere umano non è mai ciò che è
ma il sé che egli cerca” [O. Paz]

Dr. ssa Ilaria Cosseddu

Psicologa – Psicoterapeuta
Psicologia dello sviluppo e dell’educazione
Psicoterapia relazionale e familiare

La psicologia dello sviluppo

La psicologia dello sviluppo si occupa dei processi di evoluzione e cambiamento che riguardano l’intero ciclo di vita dell’individuo. Lo sviluppo psicologico può essere concepito come una sfida che dipende dalle risorse del soggetto e dalle caratteristiche dei compiti che deve affrontare. Le risorse di cui dispone la persona devono essere bilanciate rispetto alla difficoltà dei compiti evolutivi, affinché questi possano essere affrontati con successo.
Durante tutto l’arco di vita sono molte e differenti le sfide da superare e può capitare che i mezzi a disposizione del soggetto non siano adeguati per fronteggiare al meglio la situazione. Questo può accadere per diversi motivi, ad esempio perché devono ancora essere sviluppate determinate capacità, oppure perché sono intervenute circostanze sfavorevoli che hanno minato il senso di autoefficacia e reso momentaneamente inaccessibili tali competenze.
Lo psicologo può  aiutate la persona in difficoltà a potenziare o riattivare le risorse individuali ed essere protagonista attivo del proprio cambiamento e percorso di sviluppo.

La psicologia dell’educazione

La psicologia dell’educazione studia i processi di apprendimento e insegnamento, cercando di individuare i fattori che possono agevolare o ostacolare tali processi. L’apprendimento può riguardare qualcosa che si automatizza ( ad esempio le attività di tipo fisico e motorio come nuotare o guidare l’automobile), qualcosa che si costruisce attraverso i processi di comprensione, o qualcosa che si interiorizza a partire dall’interazione sociale.
Sono molti i fattori che entrano in gioco nei processi di apprendimento-insegnamento, non solo a livello sensoriale e cognitivo, ma anche emotivo e relazionale; questi aspetti devono essere sempre considerati nella complessità della loro reciproca interazione.
L’obiettivo dello psicologo, in questo ambito, è quello di promuovere processi di apprendimento e insegnamento, mediante modalità che possono mettere la persona nella condizione di percepire il senso di autoefficacia, che contribuisce a costituire l’autostima e promuovere una condizione di benessere per l’individuo.

La psicoterapia relazionale e familiare

La psicoterapia relazionale e familiare prende in considerazione le relazioni interpersonali come espressione di modalità di funzionamento che caratterizzano le interazioni attuali degli individui, ma che hanno origine nel loro passato. Ciò che accade all’interno dei sistemi, in cui la persona vive le proprie relazioni significative, può essere visto come la rappresentazione di istanze e conflitti individuali.
La terapia prevede forme di colloquio individuale, di coppia o familiare a seconda delle problematiche specifiche e della fase del ciclo di vita in cui la persona si trova.

Psicoterapia individuale: per adolescenti o adulti che abbiano la necessità, o sentano il bisogno, di approfondire determinate tematiche a livello personale. Nelle condizioni che causano uno stato di sofferenza è opportuno dare parola al dolore e mettere la persona nella condizione di capirne le cause sottostanti, in modo da poter superare la situazione di crisi attraverso l’attivazione di capacità personali, lo sviluppo di nuove risorse ed il potenziamento dei propri punti di forza.

Psicoterapia di coppia: durante le varie fasi del ciclo di vita può capitare che la coppia attraversi periodi di crisi, contrasti ed incomprensioni a scapito del benessere personale e familiare, in questi casi può essere opportuno capire le motivazioni profonde alla base delle problematiche a livello relazionale, in modo che la coppia si attivi per portare avanti un percorso di cambiamento che porti al superamento della situazione di difficoltà.

Psicoterapia Familiare: la famiglia può essere concepita come un sistema complesso in cui ogni membro influenza ed è influenzato a sua volta dalle interazioni che hanno luogo al suo interno e dal clima emotivo che queste generano. Le dinamiche familiari, in cui il malessere di un membro si ripercuote  inevitabilmente su tutto il sistema, possono innescare circoli viziosi che creano situazioni di disagio da cui è difficile uscire. In questi casi è utile individuare le cause che mantengono le dinamiche disfunzionali e attivare le risorse familiari che possono ripristinare un buon funzionamento del sistema.